Le risposte ai dubbi più ricorrenti

    Come posso comunicare l'autolettura?

    La comunicazione della lettura può essere effettuato con queste modalità:

      • Tramite lo sportello on-line
      • Tramite telefonata al numero verde: 800.26.95.95.

    Il testo del messaggio dovrà contenere il Codice Cliente, il Conto Contrattuale (riportati sul frontespizio della bolletta) e il valore della lettura.
    Solo nel caso in cui l'autolettura non possa essere validata la Società darà relativo riscontro all'utente, entro 9 giorni lavorativi dalla ricezione dell'autolettura e sempre a mezzo e-mail.

      • Tramite SMS da cellulare al n. 4390003234 inserendo solo “Cod. Cliente + "spazio" + Conto Contr. + "spazio" + Lettura contatore”

    Le letture in bolletta sono di saldo o di acconto? Quante volte viene emessa la fattura?

    Le bollette possono essere sia a saldo che di acconto.

    Le bollette a saldo sono emesse a seguito di una lettura effettiva del misuratore, mentre le bollette in acconto sono determinate sulla base di un volume stimato in base ai consumi storici (CMA come definito dalla delibera 137/2016 ARERA).

    Le bollette in acconto non possono essere annullate in quanto documenti fiscali a tutti gli effetti ma vengono “detratte" nella successiva bolletta a conguaglio (saldo) o nella bolletta finale di chiusura contratto.

    Il gestore è tenuto ad emettere un numero minimo di bollette nell’anno differenziato in funzione dei consumi medi annui relativi alle ultime tre annualità. Il numero di fatturazioni nell’anno costituisce standard specifico di qualità ed è differenziato come segue:

      • 2 bollette all’anno, con cadenza semestrale, per consumi medi annui fino a 100 mc;
      • 3 bollette all’anno, con cadenza quadrimestrale, per consumi medi annui da 101 fino a 1000 mc;
      • 4 bollette all’anno, con cadenza trimestrale, per consumi medi annui da 1001 mc a 3000 mc;
      • 6 bollette all’anno, con cadenza bimestrale, per consumi medi superiori a 3000 mc.

    Qualora la bolletta di saldo abbia un importo complessivo inferiore a 20 euro, non le sarà richiesto il pagamento della stessa; il relativo importo verrà aggiunto alla bolletta successiva.

    Quali operazioni posso svolgere attraverso lo sportello online?

    Attraverso la registrazione allo Sportello Online (servizionline.uniacque.bg.it) posso:

    - consultare i miei dati anagrafici

    - verificare i miei consumi e le mie letture

    - visualizzare e scaricare le mie fatture.

    - attivare il fondo perdite

    - comunicare il dato relativo al numero dei componenti nucleo familiare

    - modificare il recapito delle bollette e attivare l'invio della bolletta online

    - comunicare il dato relativo all'autolettura

    - pagare le bollette attraverso la modalità PagoPA

    Posso controllare le mie bollette online?

    Si, consultando l’area dedicata https://servizionline.uniacque.bg.it/

    Il servizio consente di visualizzare in formato pdf e stampare copia della fattura e decidere di ricevere la fattura per e-mail.

    Quando pagare la bolletta? Cosa succede in caso di mancato pagamento?

    Le bollette devono essere pagate ENTRO LA DATA DI SCADENZA.

    Come stabilito dalle disposizioni regolatorie in tema di Servizio Idrico Integrato di tempo in tempo vigenti (per maggiori dettagli vedasi sito ARERA e UATO), in caso di mancato pagamento, anche parziale, della bolletta, dal 10° giorno successivo alla scadenza daremo corso alle azioni volte al recupero del credito, ivi compresa la sospensione della fornitura.

    Prima di dar corso alla sospensione della fornitura verrà inviato al cliente un "sollecito bonario di pagamento".

    Persistendo ulteriormente l'inadempimento, verrà inviata una “comunicazione di costituzione in mora” e decorso il termine ultimo di pagamento verrà effettuata la limitazione e/o la sospensione della fornitura.

    Dopo 30 giorni di sospensione, protraendosi il mancato pagamento, verrà risolto il contratto di fornitura, promuovendo comunque le azioni di recupero del credito.

    La fornitura risolta sarà ripristinata non appena l’Utente avrà provveduto al pagamento dell'arretrato e alla sottoscrizione di un nuovo contratto.

    Quali sono le modalità per chiedere una rateizzazione?

    La richiesta di rateizzazione può essere richiesta con una di queste modalità:

    - presentandosi presso uno dei nostri sportelli di zona (clicca QUI per dettagli)

    - attraverso la compilazione del modulo reperibile sul nostro sito al seguente link: Modulo Richiesta Informazioni

    - inviando la richiesta all'indirizzo e-mail info@uniacque.bg.it

    - chiamando il numero verde 800.26.95.95 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00 e il sabato dalle 8.00 alle 13.00.

    Come posso attivare l’addebito diretto SDD (SEPA Direct Debit)?

    Per attivare l’addebito SDD sul conto corrente è sufficiente recarsi presso gli sportelli della propria banca con l'ultimo foglio completo del bollettino di pagamento ricevuto insieme alla fattura.

    L’addebito SDD non comporta alcuna commissione, il pagamento avviene alla scadenza della bolletta e si evita di perdere tempo in coda allo sportello.

    E' comunque possibile, in caso di contestazione, sospendere il pagamento della bolletta prima della scadenza o entro cinque giorni lavorativi dopo la scadenza.

    La tariffa di “Collettamento e Depurazione” è dovuta anche da chi utilizza parte dell’acqua per innaffiare orti e/o giardini?

    A norma dell’art. 155, c. 4, del decreto legislativo 152/2006 le tariffe di fognatura e depurazione per l’uso civile domestico vanno calcolate sul cento per cento del volume di acqua fornita.

    Pertanto le tariffe di fognatura e depurazione vanno pagate su tutto il consumo, indipendentemente dal fatto che parte dell’acqua venga utilizzata per innaffiare orti e giardini.

    Come posso proteggere il mio contatore?

    Gli accorgimenti da adottare per prevenire o limitare il problema della rottura dei contatori sono illustrati nel regolamento di acquedotto.

    Il documento è consultabile e scaricabile al seguente link: Isolamento termico dei contatori.

    Come posso verificare se c’è una perdita nell’impianto?

    Anche una piccola perdita, se prolungata nel tempo, può provocare la registrazione di diversi metri cubi di consumo.

    Autonomamente l’utente può verificare controllando che il misuratore non registri del consumo mentre tutti i rubinetti sono chiusi nell’abitazione.

    Come posso richiedere il bonus idrico?

    Tutte le informazioni sul bonus idrico sono disponibili al seguente link:

    https://www.arera.it/it/consumatori/idr/bonusidr.htm

    Come posso richiedere la verifica del contatore?

    Nel caso in cui si ritengano erronee le misure dei consumi registrate sul contatore, è possibile chiedere al Gestore una verifica sul funzionamento del misuratore.

    A tal fine, si può compilare il modulo https://www.uniacque.bg.it/documenti/modulistica/NuoviModuli/MD-7.2.02.01-Modulo-reclami-REV08.pdf

    Se la verifica dimostra un funzionamento regolare, cioè entro i limiti di tolleranza previsti nel certificato di omologazione dell'apparecchio, le spese della prova saranno a carico del Cliente.

    In caso contrario, la prova sarà gratuita e saranno effettuate le opportune rettifiche di fatturazione.

    Posso fare voltura o attivazione contrattuale anche senza presentarmi presso un ufficio Uniacque?

    Si, mandando una richiesta ad info@uniacque.bg.it.

    Ho una partita IVA: posso ricevere la copia di cortesia delle mie fatture a un indirizzo PEC o e-mail diverso dall’indirizzo PEC presente indicato nell’albo INI-PEC (Indice Nazionale degli Indirizzi di PEC) del Ministero dello Sviluppo Economico e Camera di Commercio? Come posso procedere?

    Per favorire e rendere più facile il passaggio all’invio digitale della bolletta, si potrà associare un ulteriore indirizzo PEC, diverso a quello già presente nel proprio domicilio digitale, a cui ricevere la fattura di cortesia.

    Entro il prossimo mese di gennaio 2023 sarà possibile cambiare autonomamente l’indirizzo PEC o e-mail a cui ricevere le proprie fatture di cortesia direttamente dallo sportello on line https://servizionline.uniacque.bg.it/

    Ho una partita IVA: posso continuare a ricevere le mie fatture in versione cartacea al mio indirizzo fisico?

    No, non sarà più possibile ricevere le fatture in formato cartaceo, questo perché la società intende perseguire una politica di sostenibilità indirizzata a limitare gli sprechi, in linea con la normativa nazionale in tema di dematerializzazione e digitalizzazione degli atti amministrativi.

    Inoltre, i costi aggiuntivi dell’invio cartaceo andrebbero a determinare un costo diretto per Uniacque e indiretto per tutti gli utenti.

    Ho una partita IVA: quando inizierò a ricevere le mie fatture di cortesia all’indirizzo PEC indicato?

    Entro il prossimo mese di gennaio 2023 riceverai la copia di cortesia delle tue fatture all’indirizzo PEC. Continuerai inoltre a ricevere le fatture fiscali di Uniacque nel tuo cassetto fiscale.

    Ho una partita IVA: posso effettuare un’iscrizione a nome della mia società attraverso indirizzi email/spid non riconducibili direttamente ad essa?

    Si, è possibile iscriversi allo Sportello Online con un qualsiasi indirizzo email/spid, collegando a queste credenziali il codice cliente/conto contrattuale, che troverete in fattura, relativi alla vostra società.

    Ho una partita IVA: vorrei iscrivermi allo Sportello Online e ricevere la copia di cortesia delle fatture indirizzate alla mia società all’indirizzo PEC della stessa, posso inserire in maniera autonoma l’indirizzo PEC a cui riceverle?

    Entro il prossimo mese di gennaio 2023 sarà possibile cambiare autonomamente l’indirizzo PEC o e-mail a cui ricevere le proprie fatture di cortesia.

    Sono un privato e non ho una partita IVA: anche io posso chiedere di ricevere le mie fatture a un indirizzo PEC?

    Entro il prossimo mese di gennaio 2023 potrai ricevere le tue fatture di consumo all’indirizzo PEC che avrai indicato direttamente nello sportello on line https://servizionline.uniacque.bg.it/

    Rappresento un’amministrazione comunale con utenza attiva ho ricevuto una comunicazione di Uniacque circa le nuove modalità di invio fattura via PEC, cosa devo fare?

    Continuerai a ricevere la fattura con le modalità già previste, ma ti invitiamo comunque a registrarti allo Sportello Online: potrai conoscere i tuoi consumi ed effettuare le principali operazioni senza bisogno di recarti agli sportelli fisici.