Senza acqua non ci sarebbe vita: questo è il principio su cui si basa l’attività di UniAcque, che lavora ogni giorno sul territorio bergamasco per difendere e preservare la risorsa acqua, in quantità e qualità.

Alcuni dati per riflettere:

- La perdita di una goccia d’acqua al secondo da un rubinetto con la guarnizione deteriorata provoca la perdita di 10 mila litri in un anno;

- il consumo giornaliero medio di acqua per usi domestici di un uomo in India è di 25 litri, in Italia di 250, negli Stati Uniti di 600;

- i bambini che ogni anno muoiono per mancanza di acqua potabile nel mondo sono oltre 2 milioni;

- in Italia il 70% delle persone non beve acqua del rubinetto, preferendo l’acqua in bottiglia. In Lombardia la percentuale sale al 90%.

Basterebbe ciò per capire l'importanza di un'educazione all'acqua potabile fin da bambini.

Negli ultimi decenni, lo stile dell’istruzione scolastica italiana si è fortemente evoluto, aprendosi a nuovi stimoli e sollecitazioni provenienti dall’esterno. In questo percorso di rinnovamento, la scuola ha accolto, tra le altre, l’urgente tematica ambientale, proponendosi così come promotrice di una solida cultura dell’ambiente.

Educare bambini e ragazzi ad una profonda conoscenza della natura e delle sue risorse, insegnare valori fondamentali come il rispetto e lo sviluppo sostenibile è uno degli obiettivi della didattica.

Le iniziative didattiche per le scuole

Di seguito alcune delle principali iniziative di UniAcque:

- Percorsi didattici per le scuole

- Progetto analisi dell'acqua

Come aderire alle iniziative didattiche di UniAcque

- Modulistica

- Contatti